Blog

Paperless Factory
Industria 4.0 Management

Fabbrica Paperless: ecco alcune idee

La Fabbrica Paperless è una tendenza sempre più diffusa in ambito industriale grazie alla presenza di soluzioni digitali nel mercato che permettono la gestione della documentazione e dello scambio di informazioni senza l’utilizzo di supporto cartaceo.

Molto spesso, infatti, la carta è ancora uno dei mezzi di supporto principali per diverse attività. Di seguito riportiamo solo alcuni esempi di uso quotidiano:

  • Istruzioni di lavoro standardizzate, quali attrezzaggi di macchinari, impianti
  • Ordini di lavoro che vengono associati ai lotti in lavorazione
  • Disegni tecnici, stampati da tecnici e progettisti per condividere le informazioni
  • Specifiche e norme, archiviate spesso in faldoni
  • Schede tecniche, utilizzate ad esempio per indicare I parametri macchina da utilizzare per lavorazioni specifiche
  • Documentazione di collaudo, stampata e archiviata in fase di certificazione
  • Scambio di informazioni di cambio turno tra gli operatori macchina
  • Dashboard aziendali per comunicare le performance
  • Cartellini Kanban per tracciare il flusso delle operazioni

Tuttavia, tali processi cartacei possono rivelarsi delle attività pericolose e inefficienti. Perchè?

Ecco alcune problematiche legate all’utilizzo di supporti cartacei:

  • Non viene garantito l’aggiornamento dei contenuti. Ovvero, non sempre vengono sostituite le istruzioni di lavoro stampate in officina o le norme tecniche quando vengono aggiornate;
  • Traduzione della documentazione: soprattutto in aziende strutturate e con una presenza internazionale, la documentazione deve essere garantita in più lingue. Ciò richiede ulteriori costi di traduzione, oltre al dover garantire l’allineamento tra le diverse revisioni e lingue;
  • Non è possibile integrare strumenti quali, ad esempio, video o link, di indubbia utilità per l’utilizzatore finale. Ad esempio, un video può risultare molto più utile che una sequenza di immagini per spiegare un metodo di lavoro (es. assemblaggio di un componente);
  • Il consumo massivo di carta non è economico, nè tanto meno ecosostenibile, basti pensare all’acquisto di risme cartacee, stampanti e necessario servizio di manutenzione, toner e relativo smaltimento ecc.
  • La documentazione può essere smarrita. Cosa succede se viene persa della documentazione senza averne fatto prima una copia?
  • La documentazione può non essere leggibile, se le note vengono scritte a mano
  • Maggiore possibilità di falsificare la documentazione. È più facile falsificare una firma manuale piuttosto che una firma elettronica
  • Maggiori spazi di archiviazione: copie cartacee richiedono faldoni e archivi, spesso ingombranti;
  • Maggiore possibilità di rovinare i documenti a causa, ad esempio, di macchie d’olio  

 

Come diventare una Fabbrica Paperless?

 

La trasformazione digitale a cui stiamo assistendo mette a disposizione una serie di strumenti che permettono di sbarazzarsi di supporti cartacei, di conseguenza eliminare tutte le problematiche menzionate. Di seguito vengono riportate brevemente alcune soluzioni per una fabbrica paperless:

  • Istruzioni di lavoro digitali: tali soluzioni permettono la creazione e la condivisione di istruzioni di lavoro mediante supporti digitali, ad esempio utilizzando tablets. Tra i vantaggi principali possiamo citare i seguenti:
    • Tracciabilità e allineamento automatico delle revisioni: la piattaforma garantisce che tutte le revisioni siano sempre allineate e che solo l’ultima revisione, ad esempio, possa essere utilizzata;
    • Traduzione automatica grazie agli algoritmi di Machine Learning
    • Utilizzo di Video, Link e altri supporti digitali che migliorano le istruzioni
    • Comunicazione più efficace tra gli enti aziendali, grazie alla possibilità di lasciare feedback per migliorare le istruzioni o inviare e-mail in caso di necessità
    • Raccolta dati più efficace mediante l’utilizzo di opportuni campi
    • Zero costi di stampa (carta, stampante, toner, smaltimento)
  • Utilizzo di dispositivi indossabili: la visualizzazione della documentazione digitale può avvenire grazie all’utilizzo di una serie di dispositivi indossabili, tra i quali tablet, smartwatch, smartphone e occhiali intelligenti. In particolare, gli occhiali intelligenti permettono la visualizzazione della documentazione mantenendo le mani libere. Non solo: con telecamere integrate, permettono di fornire il proprio punto di vista al tecnico in caso di assistenza remota (meno costi di trasporto e maggiore reattività per il servizio clienti)
  • Identificazione e Validazione mediante tag: spesso ogni operazione all’interno di un processo produttivo deve essere validata dall’operatore che l’ha effettuata. Questo normalmente viene effettuato attraverso l’utilizzo di timbri. Tuttavia, attraverso l’utilizzo di tag, ad esempio, questa operazione può essere digitalizzata. Non solo: è possibile introdurre dei meccanismi di sicurezza automatici per cui non è possibile scambiare i tag, o far avanzare i particolari all’operazione successiva nel caso l’operazione precedente non sia stata completata come richiesto. L’operazione può essere tuttavia sbloccata manualmente e tale richiesta viene comunque tracciata
  • Raccolta dati: una delle operazioni che richiedono più tempo è senza dubbio quella della raccolta dati. Le istruzioni di lavoro digitali permettono di inserire automaticamente I valori di misura richiesti, e nel caso di fuori tolleranza, inviano feedback ai responsabili. Inoltre, esistono numerose soluzioni che integrano strumenti di misura wireless e strumenti di analisi in tempo reale che elaborano I dati raccolti digitalmente fornendo supporto decisionale basato su dati reali agli operatori.
  • eKanban: con i sistemi eKanban mediante utilizzo di RTLS non è più necessario stampare cartellini Kanban. Infatti, i sistemi RTLS sono in grado di individuare la posizione dei semilavorati in tempo reale, e quindi inviare le informazioni a monte del flusso in maniera automatica.
  • Disegni digitali: mediante un approccio MBD (Model Based Definition), non è più necessario stampare le messe in tavola, in quanto tutte le informazioni richieste, comprese quote e tolleranze sono reperibili direttamente in formato 3D. Tali formati possono quindi essere utilizzati nelle macchine CMM per comparazione.

 

Gestire la complessità mediante scouting tecnologico e progetti pilota

 

L’implementazione di una fabbrica paperless non è affatto semplice ed è solo un primo passo verso l’implementazione di una Fabbrica Intelligente. Infatti, si richiede l’integrazione di soluzioni di natura differente, la gestione di protocolli diversi per assicurarsi che la raccolta e lo scambio delle informazioni avvenga senza soluzione di continuità. Inoltre, abbiamo citato una serie di soluzioni di natura tecnologica diversa, ma quale tecnologia e quale soluzione è quella che fa al caso nostro?

Il modo più sicuro e che porta risultati più immediati è quello di identificare la soluzione che più si allinea con le richieste aziendali mediante un processo di scouting tecnologico strutturato, e successivamente implementare progetti pilota su scala ridotta, in grado di verificare i benefici attesi in un periodo di tempo ridotto, riducendo al tempo stesso i rischi associati.

 

Da dove iniziare?

 

L’implementazione di una Fabbrica Paperless richiede conoscenze di processi industriali e al tempo stesso di tecnologie digitali in grado di soddisfare i requisiti aziendali.

In questo senso, Accialini Training & Consulting può fornirti un valido supporto per l’identificazione delle tecnologie e delle soluzioni ideali per la fabbrica paperless, nonchè della loro implementazione pratica. Abbiamo infatti sviluppato una rete di partner tecnologici su scala internazionale in grado di offrire soluzioni puntuali in funzione del problema richiesto.

Infine, ti consigliamo di approfondire l’argomento dell’Industria 4.0 con alcuni dei seguenti corsi che puoi trovare su questa piattaforma:

 

A presto.

Nicola Accialini

Hi there! I am Nicola, founder and admin of SkillS4i. Aerospace Engineer, technology enthusiast and industrial expert. I live in Spain and I like travelling, cycling, hiking and reading.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x